Il 16 settembre CIDAFC, ha sottoscritto con l’ARAN l’accordo definitivo sulla regolamentazione inerente alle modalità di espressione della volontà di adesione al Fondo nazionale pensione complementare Perseo-Sirio, anche mediante forme di silenzio assenso, ed alla disciplina di recesso del lavoratore.

Il 16 settembre CIDAFC, ha sottoscritto con l’ARAN l’accordo definitivo sulla regolamentazione inerente alle modalità di espressione della volontà di adesione al Fondo nazionale pensione complementare Perseo-Sirio, anche mediante forme di silenzio assenso, ed alla disciplina di recesso del lavoratore.

In pratica con la sottoscrizione del 16 settembre scorso si è concordato che tutti i dipendenti pubblici assunti a partire dal 1 gennaio 2019 nelle Amministrazioni in cui opera il Fondo Perseo Sirio (ovvero i dipendenti dei Ministeri, delle Regioni, delle Autonomie Locali e Sanità, degli EPNE, dell’ENAC, del CNEL, delle Università e dei Centri di Ricerca e Sperimentazione, delle Agenzie Fiscali, ai Dirigenti e a tutti coloro richiamati nell’Accordo istitutivo, assunti con contratto a tempo indeterminato, contratto part-time a tempo indeterminato, contratto a tempo determinato, anche part-time, e ogni altra tipologia di rapporto di lavoro flessibile, secondo la disciplina legislativa e contrattuale vigente nel tempo, di durata pari o superiore a tre mesi continuativi, nonché i Segretari comunali e provinciali, una volta sottoscritto l’accordo di adesione a Perseo Sirio) saranno iscritti automaticamente al Fondo di previdenza complementare Perseo Sirio a meno di una espressa dichiarazione di volontà in senso contrario da prodursi nei 6 mesi successivi all’assunzione (si passerà quindi ad utilizzare il principio del silenzio-assenso per l’adesione al Fondo complementare).

In allegato l’accordo

Accordo modalità di adesione_16-9-2021

Condividi questo post