Comunicato CIDAFC INPS n. 13-2023 del 22.11.2023 – Nuovo SMVP 2024

Comunicato CIDAFC INPS n. 13-2023 del 22.11.2023 – Nuovo SMVP 2024

Comunicato 13/2023

Roma, 22 novembre 2023

 

Primo incontro con l’Amministrazione sul concetto di “Valore pubblico” e sul nuovo sistema di misurazione della Produzione e della Qualità.

 

Si è svolto ieri un importante incontro tra l’Amministrazione e le OO.SS. sul nuovo Sistema di misurazione della produzione e della qualità, che sarà introdotto a decorrere dal 2024.

Come O.S. rappresentativa di dirigenti, professionisti e medici, abbiamo sottolineato la necessità di sperimentare adeguatamente il nuovo sistema, incentrato sul concetto di “Valore Pubblico”, al fine di valutarne appieno il funzionamento e i meccanismi operativi, nonché eventuali criticità.

La Direzione Pianificazione e controllo di gestione ha evidenziato l’importanza di considerare non solo la quantità ma anche la qualità dei prodotti e servizi, attraverso l’utilizzo di indicatori di impatto sociale. Un approccio che dovrebbe segnare un avanzamento rispetto alla precedente metodologia basata esclusivamente su dati quantitativi, la cd. produzione omogeneizzata.

È stato, pertanto, annunciato il superamento dell’indicatore di produttività noto come “124” e del cosiddetto “miglioramento continuo” caratterizzato dall’incremento progressivo della produzione rispetto all’anno precedente, dell’indice di giacenza (sostituito dall’indice di deflusso) e l’adozione di nuovi indici di produttività basati sui Prodotti STAR, non ancora specificati, che rappresentano prodotti/servizi di immediata rilevanza per l’utenza.

Si è discusso inoltre di valorizzare le attività non incluse nel modello attuale, come la produzione automatizzata, la sussidiarietà che sarà gestita a livello centrale, e di definire obiettivi di produzione a livello regionale.

Si è parlato di centralità della persona, intesa come utente esterno ma anche come utente interno, di una maggiore capacità dell’Istituto di rappresentare all’esterno il “valore pubblico” generato in una logica di servizio al cittadino.

Come O.S. abbiamo ringraziato per la presentazione e i primi chiarimenti forniti, sottolineando, tuttavia, la necessità di un approfondimento sulle modalità di misurazione della qualità del prodotto erogato in termini di utilità percepita (outcome) e di valore generato per l’utente finale.

Abbiamo evidenziato le problematicità di una misurazione su come il cittadino “percepisce” il servizio, che quindi andrebbe oggettivizzata, con l’Amministrazione che ha garantito sull’utilizzo di indicatori appropriati anche questi tutti però ancora da definire e specificare.

Inoltre, abbiamo sostenuto che la valutazione completa delle attività, inclusi gli aspetti consulenziali e relazionali, richiederà un impegno maggiore da parte dei dirigenti e del personale, i quali saranno chiamati a intensificare le interazioni con intermediari e cittadini.

Così anche per quanto riguarda la valorizzazione della capacità di gestire le strutture in modalità ibrida che si vuole introdurre, in quanto questa esigenza implica la necessità per i dirigenti di adattarsi a un ambiente di lavoro sempre più flessibile e di gestire efficacemente i gruppi di lavoro, coordinando i componenti indipendentemente dalla loro ubicazione fisica.

Come CIDA abbiamo infine sottolineato alcune criticità che dovranno essere affrontate per garantire un’efficace implementazione del nuovo sistema. Tra queste, la necessità di fornire una chiara e dettagliata spiegazione del nuovo modello di misurazione e valutazione delle performance, sia ai dirigenti che ai loro responsabili. Inoltre, abbiamo chiesto di garantire che gli obiettivi assegnati ai dirigenti siano equi, trasparenti, raggiungibili e coerenti con le strategie dell’Istituto, assicurando che i dirigenti e il personale siano adeguatamente preparati per affrontare queste sfide, inclusa la formazione sui nuovi sistemi e sulle nuove metriche e che vengano messe in atto misure di supporto per una transizione graduale e senza traumi.

La Direzione pianificazione ha annunciato che tutti questi temi saranno trattati anche nella prossima conferenza della dirigenza prevista per il 30 novembre a Roma e che ci sarà un’apposita formazione per i controller di sede nel primo trimestre 2024.

Come CIDA continueremo a monitorare attentamente l’impatto di queste nuove misure e chiediamo sin d’ora all’Amministrazione feedback periodici e soprattutto ulteriori incontri di approfondimento.

 

Lucio Paladino

Segretario nazionale

CIDA FC Sezione INPS

INPS_Nuovo modello misurazione e valutazione della performance_DG_presentazione v10

Condividi questo post