Comunicato CIDA FC INPS n. 11 del 20 luglio 2022

Comunicato CIDA FC INPS n. 11 del 20 luglio 2022

Comunicato 11/2022

Roma, 20 luglio 2022

 

 

Sottoscritta, con nota a verbale, l’ipotesi di CCNI 2021 per i dirigenti

 

 

Oggi, al termine di una lunga sessione negoziale, abbiamo sottoscritto l’ipotesi di CCNI 2021 per i dirigenti.

 

Riportiamo di seguito la nota a verbale, condivisa con Cisl e Confsal Unsa, che è stata la premessa per consentire, come avevamo preannunciato, la chiusura, da parte nostra, del contratto integrativo relativo al personale dirigente, il cui testo trasmettiamo in allegato.

Nota a verbale all’ipotesi di CCNI 2021 per il personale dirigente sottoposta alle OO.SS. nella riunione del 20 luglio 2022

 

Le scriventi OO.SS. sottoscrivono, per senso di responsabilità nei confronti dei destinatari del contratto, il CCNI 2021 del personale dirigente, al fine di non recare alcun danno alla dirigenza dell’Istituto che ha diritto a percepire, al pari del resto del personale, il salario accessorio relativo all’anno 2021.

 

Precisiamo, tuttavia, che non condividiamo e, quindi, non sottoscriviamo la clausola contrattuale art. 5 dell’ipotesi di contratto che prevede un coefficiente 150 per i “Dirigenti responsabili del Supporto al Consiglio di Indirizzo e Vigilanza”.

 

Questo per l’assoluta non coerenza di tale previsione con l’attuale ordinamento dei servizi che non contempla una struttura specifica per svolgere tale funzione, ed, inoltre, per l’evidente contrasto con tutta l’architettura del sistema dei coefficienti che li determina e li assegna in base alla singola posizione di responsabilità dirigenziale e non in ragione dell’appartenenza o meno a un determinato ufficio o allo svolgimento di compiti di supporto.

 

Allo stesso tempo, evidenziamo il comportamento assolutamente inerte dell’Amministrazione in ordine all’impegno assunto a margine del CCNI 2020 con la “dichiarazione congiunta”, condivisa e sottoscritta dalla delegazione di parte datoriale e da tutte le organizzazioni sindacali il 14 luglio 2021, di ripristinare l’indennità di prima sistemazione “non appena risulterà perfezionata la composizione del Collegio sindacale attraverso la nomina del nuovo Presidente”.

 

Riteniamo, nella sostanza, irrispettosa e, quindi lesiva del corretto sistema delle relazioni sindacali, la circostanza che l’Amministrazione, nell’arco di un intero anno, pur riconoscendo in più occasioni ufficiali la grande utilità ai fini organizzativi e la legittimità (affermata del resto da una copiosa giurisprudenza), dell’indennità in questione, non abbia trovato il “tempo” e il “modo” di onorare il preciso l’impegno di ripristino della stessa assunto nei riguardi di tutte le OO.SS; né ha fornito alcuna spiegazione in merito.

 

Anche in vista di eventuali future modifiche organizzative, le scriventi OO.SS., pertanto, rinnovano la richiesta alla Tecnostruttura e ai Vertici dell’Ente di una rapida e non più differibile definizione della questione.

 

***

 

Coerentemente a tale sottoscrizione abbiamo chiesto all’Amministrazione il pagamento, quanto prima, di un congruo pre saldo della retribuzione di risultato, ricevendo rassicurazioni in tal senso.

 

Non mancheremo di tenervi informati degli sviluppi; l’occasione è gradita per augurare a tutti buone e serene vacanze 2022.

 

Lucio Paladino

Segretario nazionale

CIDA FC Sezione INPS

Comunicato CIDA 11-2022 del 20 luglio 2022

Bozza Dirigenti CCNI 2021_incontro 20 luglio

Condividi questo post