CIDAFC PRESENTA RICORSO CONTRO ENAC PRESSO IL TRIBUNALE CIVILE DI ROMA PER REPRESSIONE DI CONDOTTA ANTISINDACALE EX ART. 28 l. N. 300/1970

CIDAFC PRESENTA RICORSO CONTRO ENAC PRESSO IL TRIBUNALE CIVILE DI ROMA PER REPRESSIONE DI CONDOTTA ANTISINDACALE EX ART. 28 l. N. 300/1970

11 gennaio 2022 – Continua presso l’ENAC l’azione incisiva di CIDAFC nei confronti dei vertici dell’Istituto in ordine alle modalità con le quali si è proceduto alla riorganizzazione disposta dal 1 gennaio 2022. In particolare si segnale che già in data 9 dicembre 2021 CIDAFC ha formalmente avanzato una specifica diffida per chiedere l’annullamento del provvedimento di conferimento di incarico dal 1 gennaio 2022 di un nostro dirigente sindacale disposto senza il dovuto necessario nulla osta preventivo di CIDAFC quale organizzazione sindacale di appartenenza. Solo in data 31 dicembre 2021 l’ENAC ha formalmente risposto a CIDAFC confermando detto incarico per la durata di 1 anno. Conseguentemente in data 11 gennaio 2022 CIDAFC – Sezione Sicurezza e Trasporti ha formalmente depositato ricorso urgente  presso il Tribunale Civile di Roma in funzione di Giudice del lavoro per richiedere l’accertamento della condotta antisindacale operata da ENAC e l’annullamento del provvedimento contestato, con vittoria di spese, competenze e onorari.

Si allegano Diffida di CIDAFC e risposta di ENAC che conferma l’incarico contestato.

DIFFIDA CIDAFC per ENAC

Risposta ENAC del 31_12_2021 a diffida CIDAFC

Condividi questo post